Home » Coppa Collecchio

Coppa Collecchio

Andrea Piccolo vince in solitaria la Coppa Collecchio 2021

Andrea Piccolo vince in solitaria la Coppa Collecchio 2021 - G.S. Virtus Collecchio

(21/09/2021) Il milanese Andrea Piccolo della Viris Vigevano ha trionfato nell'85a edizione della Coppa Collecchio, gara ciclistica nazionale per elite e under 23. La sua è stata una vittoria di forza, ottenuta scattando sull'impegnativa salita di Segalara a circa 22 km dal traguardo. A nulla sono valsi i tentativi di ricucire lo strappo da parte dei pochi corridori rimasti in gara (all'arrivo sono giunti solo 27 ciclisti) e Piccolo ha potuto transitare da solo sotto lo striscione d'arrivo con 41" di vantaggio su Luca Rastelli e Alessio Martinelli del Team Colpack. Piccolo ha così colto il suo secondo successo stagionale, più forte del gruppo, più forte della sfortuna (è caduto a inizio gara) e più forte del periodo difficile che ha affrontato quest'estate (era passato professionista con l'Astana, ma ad agosto è dovuto tornare  under 23).

La corsa ha preso il via come di consueto da viale della Libertà, in pieno centro a Collecchio, con starter il sindaco Maristella Galli. I primi giri vi sono stati continui scatti e controscatti, ai quali il gruppo non ha mai concesso troppo spazio. Il primo tentativo importante è nato nel corso della quinta tornata quando Riccardo Sofia, Riccardo Ciuccarelli, Giosuè Epis, Andrea Guerra e Francesco Canepa hanno preso il largo riuscendo a raggiungere un vantaggio massimo di 1'34" sul grosso, dal quale ha provato a uscire senza troppo successo anche Riccardo Verza. L'azione dei cinque è terminata durante l'ottavo giro poi, la tornata successiva, la prima a lungo raggio con l'inserimento della salita di Segalara come Gran Premio della Montagna, a provarci sono stati Matteo Carboni, Andrea D'Amato e Leonardo Canepa. Sono rimasti fuori dal gruppo per poco meno di un giro, fino a quando è arrivato l'attacco decisivo di Piccolo. Luca Rastelli, Alessio Martinelli, Samuele Zambelli, Edoardo Zambanini, Davide Baldaccini, Gabriele Porta e Mattia Petrucci in particolare hanno tentato il tutto per tutto per riportare la situazione a loro vantaggio, ma ogni tentativo è stato vano.

Andrea Piccolo, che si è aggiudicato anche la speciale classifica dei G.P.M., ha dedicato la vittoria alla squadra, alla famiglia e alle persone che in questo periodo l'hanno supportato. Soddisfazione per il presidente della Virtus Stefano Risoli che ha affermato: «Dopo un anno e mezzo di stop abbiamo provato a ritrovare una vita sportiva normale. La Coppa Collecchio è il nostro fiore all'occhiello e ci sembrava giusto riproporla agli appassionati e agli atleti. È stata una grande fatica, ma la gioia per aver offerto una bella giornata di sport dopo mesi bui è tanta; speriamo possa essere un nuovo inizio». Non è mancato «un ringraziamento al Comune di Collecchio che ha creduto ancora una volta nella manifestazione e ai volontari che si sono impegnati come sempre dando ognuno il proprio contributo importante».

 

ORDINE D'ARRIVO
1) Andrea Piccolo (Viris Vigevano) che percorre i 146,070 km. in 3h 33’ 41” alla media oraria di 41,015
2) Luca Rastelli (Team Colpack Ballan) a 41”
3) Alessio Martinelli (idem) a 50”
4) Samuele Zambelli (Iseo Rime Carnovali) s.t.
5) Edoardo Zambanini (Zalf Euromobil Desiree Fior) s.t.
6) Andrea D’Amato (Iseo Rime Carnovali) s.t.
7) Davide Baldaccini (Petroli Firenze Hoppla’) s.t.
8) Gabriele Porta (Gallina Ecotek Colosio) s.t.
9) Mattia Petrucci (Team Colpack Ballan) s.t.
10) Giosuè Epis (Iseo Rime Carnovali) s.t.

 

Per guardare la fotogallery della corsa cliccate qui.

Ritorna la Coppa Collecchio

Ritorna la Coppa Collecchio - G.S. Virtus Collecchio

(17/09/2021) Dopo un anno di stop, riprende l'attività ciclistica della Virtus. Si ricomincia con l'85a edizione della Coppa Collecchio. L'appuntamento con la gara nazionale per elite e under 23 è per martedì 21 settembre con partenza alle 13 in Viale della Libertà (in pieno centro a Collecchio).

Organizzata dal G.S. Virtus Collecchio, con la collaborazione del Comune di Collecchio, la gara vedrà al via 21 formazioni, tra cui anche due squadre straniere. Confermato il tradizionale percorso (per i dettagli e il regolamento della gara scaricate l'allegato). In totale saranno 145,070 km impegnativi e selettivi. L’arrivo è posto sempre in Viale della Libertà.

Raccomandiamo a tutti di rispettare la normativa vigente anti-Covid.  

Viabilità modificata per Coppa Collecchio 2021

Per scoprire le modifiche temporanee alla viabilità stabilite dal Comune di Collecchio in occasione dell'85a Coppa Collecchio scaricate l'allegato.

Edoardo Francesco Faresin trionfa nella Coppa Collecchio

Edoardo Francesco Faresin trionfa nella Coppa Collecchio - G.S. Virtus Collecchio

(17/09/2019) Prima vittoria stagionale per il ventunenne vicentino Edoardo Francesco Faresin della Zalf Euromobil Désirée Fior che trionfa in solitaria nell'84a Coppa Collecchio grazie a uno scatto ai -2 km dal traguardo, sotto gli occhi del padre Gianni (ex professionista e ora d.s. della Zalf). A decidere la corsa per elite e under 23 è una fuga di 19 ciclisti partita durante il quarto giro. Solo in sette resistono alle asperità del percorso e ai tentativi di rientro del gruppo fino all'ultimo giro e solo uno, Faresin, riesce a sferrare l'attacco decisivo guadagnando quei 13 secondi che gli bastano per alzare le braccia al cielo e transitare da vincitore sotto lo striscione d'arrivo di Viale della Libertà. Alle piazze d'onore Alexander Konychev (altro figlio d'arte) della Dimension Data e Yuri Colonna della Casillo-Maserati.

Dopo il via dato dal sindaco di Collecchio Maristella Galli, i 133 partenti danno quasi subito battaglia. Durante il secondo giro escono dal grosso Caiati, Baffi e il parmense Raimondi, raggiunti in seguito da Mozzato e Visintainer. Riescono a guadagnare un vantaggio massimo di 54", ma dopo 24 km di fuga devono arrendersi. Neanche il tempo di rifiatare che parte già un'altra fuga, piuttosto numerosa: Colonna, Amici, Konychev, Faresin, Visintainer, Masotto, Jolibert, Mozzato, Caiati, Battistella, Abenante, Colombo, Pietrobon, Raimondi, Dissegna e Di Felice prendono il largo. A loro si accodano poi Murgano, Duranti e Matteo Zandomeneghi e in 19 proseguono di comune accordo.

Non tardano però a iniziare le prime scaramucce e nel settimo giro il gruppetto dei battistrada si spacca ed è un continuo staccarsi e riprendersi. Il gruppo è attardato e arriva ad avere fino a 2' di distacco. Al suono della campana davanti sono in sette: Colombo, Abenante, Faresin, Colonna, Di Felice, Battistella e Konychev. E il grosso è sempre più lontano. Lungo l'ultima ascesa di Segalara (G.P.M.) ci provano prima Konychev, poi Faresin e Abenante, infine Colonna, ma nessuno riesce a fare la differenza.

Quando mancano 2 chilometri alla fine ritenta Faresin, e finalmente è la volta buona. Stacca i suoi compagni di fuga e si presenta sul viale d'arrivo da solo. Dietro di lui possono solo lottare per il secondo posto. «Sono molto contento - ha detto Faresin. Per me questa vittoria è una liberazione. Ero davanti, ma ho saputo attendere il momento giusto. Sono scattato e non mi sono guardato indietro fino all'ultima curva: è andata bene così». La speciale classifica del Gran Premio della Montagna è andata a Pasquale Abenante della Zalf.

 

ORDINE D’ARRIVO
1) Edoardo Francesco Faresin (Zalf Euromobil Désirée Fior) che ha compiuto i 145,070 chilometri del percorso in 3h33’06” alla media oraria di 40,846
2) Alexander Konychev (Dimension Data for Qhubeka) a 13”
3) Yuri Colonna (Casillo-Maserati) s.t.
4) Raul Colombo (Biesse Carrera) s.t.
5) Francesco Di Felice (General Store-Essegibi) s.t.
6) Pasquale Abenante (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 14”
7) Samuele Battistella (Dimension Data For Qhubeka) a 55”
8) Jalel Duranti (Team Colpack) a 2’ 22”
9) Alberto Amici (Biesse Carrera) a 2’24”
10) Alex Raimondi (Casillo-Maserati) a 2’37”

 

Per guardare la fotogallery della corsa cliccate qui.

Una targa per Fausto Coppi

Una targa per Fausto Coppi - G.S. Virtus Collecchio

(17/09/2019) Il 2019 coincide con il centenario della nascita di Fausto Coppi, il "Campionissimo" che soggiornò a Collecchio più volte negli anni '50, proprio in occasione della corsa. In mattinata, Virtus e Amministrazione Comunale hanno quindi inaugurato una targa di marmo a lui dedicata posta al numero 10 di Viale della Libertà, davanti alla casa che ha ospitato Coppi in quel periodo. Presente alla toccante cerimonia anche Faustino Coppi, figlio di Fausto.